Fallows: “AMR24 con molte modifiche evidenti? Sotto il cofano ce ne sono tante altre che terremo nascoste il più possibile!”

Il progetto dell'Aston Martin AMR24 è nato dalla comprensione dei problemi della vettura della scorsa stagione. Il direttore tecnico del team di Silverstone ha spiegato l'approccio adottato dalla squadra per sviluppare la nuova monoposto e quali sono le differenze più importanti a livello aerodinamico e meccanico. I piloti hanno dato una grossa mano nel comprendere le aree di sviluppo per questa stagione, tra cui la velocità di punta. L'ex Red Bull ha parlato dei progressi che si vedono in galleria del vento e simulatore, mostrandosi fiducioso, in attesa del riscontro della pista e del confronto con gli avversari.

Launch images of AMR24. Published on Feb 12, 2024.

E’ iniziata la settimana più attesa di questo pre campionato dove, in quattro giorni, verranno presentate tutte le vetture dei cinque top team della passata stagione. Ad aprire le danze è l’Aston Martin. A Silverstone è stata infatti presentata la AMR24, che percorrerà quest’oggi i suoi primi 200 km, nel primo dei due filming day concessi dalla Federazione.

Fallows: “Molte modifiche evidenti ma ce ne sono molte anche sotto al cofano che cercheremo di tenere nascoste il più possibile!”

“Abbiamo apportato modifiche a gran parte delle componenti ma in realtà la AMR24 è una forte evoluzione dell’auto dell’anno scorso” ha subito chiarito Dan Fallows, direttore tecnico del team inglese, in una conferenza stampa a margine della presentazione. La base è la AMR23 di fine stagione, una vettura che è stata sviluppata sino alla fine del mondiale. “Quello che noterete maggiormente saranno le modifiche al muso, all’ala anteriore e alla carrozzeria in generale ma ce ne sono anche un bel po’ sotto il cofano, che proveremo a tenere nascoste il più possibile” ha continuato il tecnico britannico. Se il layout della sospensione anteriore è rimasto similare a quello dell’AMR23, con la tipologia push-rod rivista nei cinematismi, al posteriore risiede la novità meccanica più importante. Abbiamo ereditato la nuova sospensione push-rod Mercedes. Da loro acquistiamo la trasmissione e di conseguenza anche la sospensione posteriore” ha confermato Fallows.

Renders on the AMR24. Published on February 12, 2024.

Al contrario di qualche rumors che li voleva in difficoltà, all’interno del team di Silverstone si dicono molto soddisfatti del passo in avanti fatto durante l’inverno. “Pensiamo di aver fatto un passo in avanti rispetto alla vettura dell’anno scorso, che era ciò che volevamo” – ha infatti fatto sapere Dan Fallows, che ha continuato spiegando un concetto simile a quello proposto da Alpine durante la presentazione della A524“Il nostro obiettivo è stato quello di progettare una vettura con una buona piattaforma da poter sviluppare durante la stagione”.

Fallows: “La AMR24 è nata sulla comprensione della vettura 2023”

Il team di Silverstone ha vissuto una stagione passata di alti e bassi, iniziando il mondiale da seconda forza indiscussa, ma finendola mediamente dietro anche a Mclaren, oltre ai tre top team. Tuttavia, Fallows vuole vedere il bicchiere mezzo pieno.  “La passata stagione è stata per noi fantastica, quella con i maggiori successi, quindi faccio fatica a parlare degli aspetti negativi. Chiaramente cerchiamo sempre di migliorare e imparare. Ci eravamo fissati alcune sfide e credo che siamo riusciti a risolverle”. L’ingegnere, dirigente sportivo e progettista britannico fa riferimento alla risoluzione di alcuni problemi sorti soprattutto dopo l’introduzione del pacchetto aerodinamico di Montreal. “Nella seconda parte della passata stagione abbiamo adottato un approccio pragmatico perché volevamo assicurarci di sfruttare ogni opportunità per comprendere appieno la AMR23”. Non è un segreto che in casa Aston Martin abbiano effettuato molti test in alcuni weekend sul finire della passata stagione. “Per noi era importante farlo. Abbiamo riconosciuto che dovevamo fare qualcosa per imparare delle lezioni in vista del 2024. Penso di poter dire che ne siamo usciti positivamente, ottenendo buone prestazioni, culminate con il podio di Fernando in Brasile” ha affermato l’ingegnere inglese.

AMR24
Renders on the AMR24. Published on February 12, 2024.

Secondo il team principal del team rivelazione della prima parte della passata stagione, i problemi introdotti sulla AMR23 con il pacchetto del Canada, sono stati risolti sul finire della stagione. “C’è sempre un certo grado di pericolo quando sviluppi un’auto, devi fare alcuni compromessi, che potrebbero non essere così buoni come vorresti. Ma abbiamo imparato molto su queste regole, su come devono comportarsi queste auto e su come ottenere il meglio dall’aerodinamica. In ingresso a questa stagione siamo fiduciosi. Penso che abbiamo imparato molte lezioni e che quindi potremo apportare aggiornamenti alla vettura con più fiducia” ha detto Dan Fallows. Un grande aiuto nella comprensione dei problemi della AMR23 è venuto anche dai due piloti, entrambi piuttosto espliciti con la squadra su cosa serviva migliorare in termini di caratteristiche e comportamento. “Siamo fortunati ad avere due piloti molto bravi a dare feedback e a dirci di cosa hanno bisogno dalla macchina. Poi spetta a noi fornirglielo. E non l’abbiamo sempre fatto, ma abbiamo imparato molto su come farlo e ce l’abbiamo fatta. Penso che tu possa vedere il modo in cui la macchina si è comportata verso la fine della stagione.” ha affermato l’ingegnere britannico. Uno dei problemi di cui spesso si è lamentato la scorsa stagione Fernando Alonso, per esempio, era la scarsa velocità di punta della AMR23. Un qualcosa su cui il team di Silverstone ha lavorato molto durante l’inverno. Il rendere più efficiente possibile la nostra macchina è stato un grande obiettivo per noi durante l’inverno ed è un qualcosa che sembra siamo riusciti a ottenere per realizzare quel passo in avanti prefissato” ha concluso Dan Fallows.

Autore: Piergiuseppe Donadoni