A Baku prima Sprint Race stagionale con debutto del nuovo format

Paolo D’Alessandro
25 Apr, 2023

Era nell’aria e i Team oramai avevano raggiunto l’accordo da qualche tempo. La Formula 1 si appresta a tornare dopo queste quattro settimane di pausa – utili ai vari team per poter concentrarsi sui pacchetti di aggiornamenti, come Ferrari, Mercedes, Alpine e non solo – e lo fa nel veloce circuito cittadini di Baku. Il circuito azero ospiterà la prima delle sei Sprint Race in calendario, ma la novità divenuta ora ufficiale è l’approvazione del nuovo format del weekend.

Ci eravamo lasciati in Australia con un accenno a questa possibilità di rivedere lo svolgimento dei weekend nel quale è prevista anche la ‘mini-gara’. L’organizzazione standard prevedeva una turno di prove libere e una Qualifica al Venerdì, per determinare la griglia di partenza della Sprint Race che si svolgeva il Sabato pomeriggio, tenendo al mattino un secondo turno di prove libere condizionato però dal regime di parco chiuso. Il risultato della Sprint andava a formare poi la griglia di partenza per la gara ‘vera, di Domenica.

Nuovo format: più spettacolo e meno prove.

Avevano fatto discutere le parole di Stefano Domenicali in quel di Portimao, dove ha assistito alla prima gara stagionale della MotoGP e il debutto della Sprint nella classe regina a dure ruote. “Io faccio parte del partito che vorrebbe limitare le prove libere che interessano solo agli ingegneri e non agli spettatori. Ogni volta che si va in pista si dovrebbe lottare per qualcosa” aveva detto il capo della F1 nel weekend portoghese della MotoGp. Lì aveva già lanciato l’indizio che i team stavano discutendo una riprogrammazione del programma per rendere i fine settimana di gara più spettacolare e interessanti per i tifosi.

Nell’arco di queste quattro settimane poi i rumors si sono intensificati e il piano pensato da Domenicali, insieme ai team, è venuto poi allo scoperto: Una sessione di prove libere, due sessioni di Qualifiche e due Gara (Sprint e Main Race). In questo modo i circuiti potranno ospitare quanto più spettacolo possibile e ogni volta che una vettura di F1 sarà in pista, ad eccezione delle FP1, sarà per far registrare il giro più veloce, conquistare una migliore posizione in griglia e lottare per podio e vittoria.

I team già avevano rivelato che, nelle rispettive fabbriche, la programmazione del weekend è stata pensata per il debutto di questo nuovo Format ed ora è arrivata l’ufficialità da parte della F1 che ha ratificato la decisione nella F1 Commision di quest’oggi che spiega così lo svolgimento del nuovo programma:

Il venerdì le squadre avranno un turno di prove libere al mattino per poi disputare, al pomeriggio, le Qualifiche nella versione ‘classica’ che decideranno la griglia di partenza della Gara (Domenica). Il Sabato diventerà così un giorno quasi indipendente: al mattino ci sarà la ‘Sprint Shootout’ che altri non è che una Qualifica corta con Q1 da 12min, Q2 da 10min e Q3 da 8min per decretare la griglia di partenza della Sprint Race che si terrà nel pomeriggio. La particolarità di questa sessione saranno l’obbligo di utilizzo di mescole nuove Medie per Q1 e Q2 e mescola Soft per il Q3.

Questa novità ha portato F1 e Team a ridiscutere e chiarire anche quanto concerne le penalità. Qualsiasi penalità ricevuta durante le FP1 o le Qualifiche di Venerdì verrà scontata alla Domenica, così come una penalità ricevuta direttamente durante la Sprint Race. Invece, qualora un pilota incappasse in una penalità durante la ‘Sprint Shootout’ sconterebbe la sua penalità nella Sprint Race di Sabato. Un infrazione del parco chiuso invece verrà punità con la partenza dalla pit lane in ENTRAMBE le gare del weekend.

Le penalità relativa alle Power Unit invece verranno scontate solamente durante la gara (a meno che la sostituzione di un elemento non richieda l’infrazione del parco chiuso). La F1 Commission ha però varato un altro cambiamento significativo concedendo ai Team l’utilizzo di Quattro ICE, Turbo, MGU-H e MGU-K e non più tre come originariamente previsto. Questo cambiamento è (attualmente) previsto solo per quest’anno. Questo cambiamento era un qualcosa su cui i team avevano già discusso la passata stagione. L’aumentare delle gare e l’implemento di questo nuovo format hanno convinto le parti in causa a modificare il numero di elementi delle PU disponibili.

Nuovo programma del GP di Baku

Venerdì 28 aprile

Prove Libere 1: ore 11:30 – 12:30
Qualifiche: ore 15:00 – 16:00

Sabato 29 aprile

Sprint Shootout (Qualifiche): 10:30 – 11:30
Sprint Race: 15:30 – 16:30

Domenica 30 aprile

Gara: ore 13:00 – 15:00

Autore: Paolo D’Alessandro

Autore

Privacy Policy Cookie Policy