Alpha Tauri AT02: la principale novità della sospensione anteriore è di scuola Red Bull

Piergiuseppe Donadoni
25 Feb, 2021

Ecco un’altra novità dell’Alpha Tauri AT02. “Per il terzo anno consecutivo, useremo cambio, sospensioni posteriori e alcuni componenti delle sospensioni anteriori di Red Bull Technologies, ma per il 2021 abbiamo scelto di continuare a utilizzare lo stesso design delle sospensioni posteriori e del cambio del 2020“, aveva affermato il direttore tecnico Jody Egginton durante la presentazione dell’Alpha Tauri AT02. “Abbiamo deciso di utilizzare i due token per sviluppare un nuovo musetto e abbiamo inoltre ridisegnato la sospensione anteriore, aggiornando di conseguenza alcune componenti dello sterzo fornite da Red Bull Technologies alle specifiche del 2020, così come permesso dal regolamento tecnico”.

Grazie ad uno scatto del fotografo Federico Basile possiamo mostrarvi quest’oggi la principale novità sospensiva sull’avantreno dell’Alpha Tauri AT02 ossia l’arretramento del tirante dello sterzo (in rosso) rispetto allo schema utilizzato sulla vettura dello scorso anno.

Quella ereditata dalla Red Bull RB16, come mostrato nella foto successiva, è una posizione del tirante che si può definire “unica” rispetto allo standard, il quale vorrebbe il suo allineamento con il braccio anteriore del triangolo inferiore (vedere AT01 sopra). In questa nuova soluzione invece è posizionato a metà strada tra i bracci trasversali superiore e inferiore rispetto.

L’obiettivo del team italiano è stato fin da subito quello di utilizzare sulla AT02 lo sterzo della Red Bull RB16, perché ciò gli avrebbe permesso di ridurre più facilmente la sezione del muso, mostrato ieri in anteprima su queste pagine, utile per sbloccare soprattutto guadagni aerodinamici grazie ad una miglior gestione dei vortici in uscita dall’ala anteriore e dal cape (mantello).

Guadagni valutati in modo migliore rispetto all’utilizzo della sospensione posteriore Red Bull 2020 che avrebbe comportato l’utilizzo dei gettoni in quella zona (struttura di impatto posteriore). Una sospensione posteriore Red Bull 2020 che, tra le altre cose, solo dopo l’importante upgrade della Germania di inizio ottobre (non installabile completamente da Alpha Tauri poiché non omologata entro fine settembre) ha iniziato a funzionare egregiamente. E che il team con sede a Milton Keynes ha ulteriormente aggiornato durante l’inverno, concentrandosi sul retrotreno come Ferrari.

Per questi motivi il reparto tecnico di Alpha Tauri ha valutato che non serviva aggiungere ulteriori variabili nella zona più colpita dalle novità regolamentari, considerando che “la AT01 è stata la miglior vettura mai realizzata da questo team” ed è per questo che abbiamo deciso di proseguire sulla stessa strada per quanto concerne quei componenti”.

Autore: Piergiuseppe Donadoni

Autore

Privacy Policy Cookie Policy