[Analisi Passo Gara] Bahrain GP – FP2

admin
18 Mar, 2022

[Analisi Passo Gara] Bahrain GP – FP2

 I team hanno avuto tre giorni di Testing sul Circuito Internazionale del Bahrain per prepararsi al meglio a questo primo weekend di gara.

Daniel Ricciardo aveva saltato le sessioni della settimana scorsa a causa di una positività al Covid-19, ma è pronto a tornare alla guida della sua MCL36 già da questa mattina. Al contrario, Aston Martin è stata costretta ad un cambio di lineup a causa della positività al virus di Sebastian Vettel, che sarà quindi sostituito da Nico Hulkenberg questo weekend.

BAHRAIN GP FP2 – ANALISI PASSO GARA

Mercedes

Mercedes sta nascondendo ancora parte del potenziale della W13, ma è innegabile che al contempo il team di Wolff sia alle prese con un paio di grattacapi tecnici. Lewis Hamilton non ha potuto utilizzare il DRS nel corso delle FP2 a causa di un malfunzionamento del meccanismo, ma anche le velocità di punta registrate da Russell fanno pensare che ci sia ancora molto da “scoprire” sulle capacità della Power Unit Mercedes.

Il passo gara nelle simulazioni di oggi non era comunque male: Russell ha girato con una media di 1:38.647/giro su mescola Soft, mentre Hamilton ha effettuato il suo long run su gomme Medie con una media di 1:38.792/giro.

Red Bull

La RB18 sembra la vettura da battere sia in Qualifica che in gara. Verstappen ha effettuato un run su gomme Soft con una media di 1:37.472/giro, mentre Pérez è rimasto più attardato con una media di 1:38.467/giro sullo stesso compound. I carichi di benzina, così i programmi che possono essere differenziati tra compagni di squadra, sono tuttavia ancora ignoti.

Red Bull intanto si porta a casa il tempo migliore di giornata con Verstappen, che per il momento comanda il passo in classifica.

Ferrari

La F1-75 continua a rispondere nel modo in cui i tecnici di Maranello speravano avrebbe fatto. Nelle simulazioni di qualifica, Charles Leclerc si è mantenuto sul passo di Verstappen. Forse a causa della scarsità di run in condizioni di “low fuel” nei Test, Carlos Sainz è rimasto attardato di più di mezzo secondo rispetto al compagno, un po’ meno a suo agio (soprattutto con le anteriori) alla guida di una vettura più leggera.

Nelle simulazioni di passo gara, Sainz ha registrato una media di 1:38.582/giro su gomme Soft – mentre Leclerc non ha effettuato uno stint vero e proprio, chiudendo solo due giri prima della bandiera a scacchi. La media (1:37.500/giro) non può esser presa in considerazione, soprattutto considerando la differenza di sette decimi tra il primo ed il secondo giro. 

Ferrari parrebbe essere in lotta con Red Bull per questa domenica, con Mercedes in rimonta almeno per il momento.

McLaren

Daniel Ricciardo è stato costretto ai box per gran parte della durata della seconda sessione di prove libere, a causa di una perdita di liquido idraulico sulla sua MCL36. Norris non ha avuto problemi, ma la sua sessione si è conclusa in maniera un po’ anonima – che sembra essere da un po’ il modus operandi di McLaren al venerdì. 

Nelle simulazioni di passo gara, Norris ha girato con una media di 1:39.709/giro su gomma Soft, soffrendo il degrado gomma nella fase finale dello stint.

Aston Martin

Nico Hulkenberg ha avuto solo due ore per imparare a guidare la AMR22. Il pilota tedesco ha chiuso una solida giornata di lavoro ad un decimo da Stroll in classifica, ma è sembrato far fatica su stint più lunghi.

Lance Stroll ha effettuato una simulazione di passo gara su gomma Soft con una media di 1:39.306/giro – in linea con i tempi registrati dagli altri team nella zona mista.

Alpine

Alpine sembra star “spremendo” di più la sua Power Unit rispetto ai competitors; le top speed registrate da Alonso facevano diretta competizione a quelle di Verstappen nella Red Bull. Tuttavia, le simulazioni di passo gara si sono rivelate essere un punto forte del team francese.

Su gomma Media, Alonso ha effettuato uno stint con una media incoraggiante di 1:38.648/giro – più veloce di Hamilton, sebbene per il momento ci sembra un giudizio affrettato. Ocon, su gomma Soft, ha chiuso il suo long run di 8 giri con una media di 1:38.862/giro.

AlphaTauri

AlphaTauri potrebbe essere una sorpresa; il passo del team di Faenza sembra molto forte sul giro singolo, ma si perde sul passo gara quando i piloti fanno più fatica a gestire la vettura. Gasly ha girato su gomma Soft con una media di 1:39.2/giro, mentre Tsunoda ha provato la mescola Media per un’incostante media di 1:39.4/giro, abbastanza lontana dai tempi di Alonso a parità di gomma.

Di una cosa siamo sicuri: la nuova griglia sembra essere molto più “vicina” – e dunque più competitiva. Ci sarà da divertirsi per questo primo appuntamento stagionale con la Formula 1 in Bahrain.

 

 

Autore: Toni Sokolov
Editing & Traduzione: Sara Esposito

Autore

Privacy Policy Cookie Policy