Aston Martin: venerdì positivo che può illudere, top team sono ancora davanti

Luca Manacorda
25 Mag, 2024

L’Aston Martin è stata autrice di un ottimo venerdì di prove libere a Monte Carlo. Lo scorso anno il team britannico fu grande protagonista del weekend del GP Monaco, con Fernando Alonso che sfiorò la pole position e chiuse poi secondo il gran premio, con qualche rammarico a livello strategico nella gestione del cambio gomme al momento dell’arrivo della pioggia. Dopo il fine settimana anonimo di Imola, le strade del Principato hanno rianimato la AMR24: l’incoraggiante sesto e settimo posto delle FP1 è stato migliorato nelle FP2, con Fernando Alonso che ha chiuso terzo e Lance Stroll nuovamente settimo.

AMR24 bene nelle curve a media velocità di Monte Carlo

Nella prima sessione di prove libere i due piloti Aston Martin hanno raccolto dati per il weekend e aumentato la comprensione del pacchetto di aggiornamenti che ha esordito nel precedente GP Emilia Romagna e che garantisce maggior carico aerodinamico. L’AMR24 – che nel Principato è tornata alla vecchia ala anteriore ritenuta più adatta per il tracciato – si è comportata bene soprattutto nelle curve a media velocità di Monte Carlo (appena 75 millesimi sopra i tempi della SF-24), soffrendo ancora in quelle più lente, a riprova di un bilanciamento non ancora ottimale. Il settore migliore per l’Aston Martin è stato il secondo, dove le sue prestazioni migliori sono state battute solo da quelle della Ferrari, vera dominatrice del venerdì. La AMR24 ha usato presumibilmente una mappatura motore più spinta di alcune rivali diretti. La sofferenza maggior per Alonso e Stroll è nei tratti più veloci del circuito e a fine giro, dove l’utilizzo delle gomme non è ancora ottimale.

Alonso cauto: “Dobbiamo analizzare tutti i dati”

Il terzo tempo è stato accolto con cautela da Fernando Alonso: “Mi piacerebbe avere la sfera di cristallo per sapere dove saremo domani, ma non ce l’ho. È stato bello avere un po’ di tempo in pista in vista delle qualifiche. Dobbiamo analizzare tutti i nostri dati e vedere cosa possiamo fare sabato“.

Lance Stroll (Aston Martin)

Più galvanizzato dalla doppia top 10 raggiunta nelle libere è apparso Lance Stroll: “Abbiamo completato dei buoni giri durante le sessioni di prove libere, ora passeremo la serata esaminando i dati e massimizzando ciò che abbiamo imparato. Non vedo l’ora che arrivino le qualifiche. Guidare a Monaco è sempre molto divertente; si tratta di spingere al limite. È sempre una sessione emozionante, quindi vedremo cosa possiamo fare“.

Autore

Privacy Policy Cookie Policy