FP2 Bahrain: Doppietta Mercedes davanti a Fernando Alonso

Paolo D’Alessandro
29 Feb, 2024

Dopo le prime prove libere che hanno aperto ufficialmente la nuova stagione, nel circuito del Bahrain si è appena conclusa la seconda sessione ufficiale. Considerando l’orario della gara, l’ultima sessione è stata molto importante per i team che hanno cercato di simulare al meglio le condizioni che ci saranno durante il gran premio, dato che la temperatura dell’asfalto rispetto alle FP1 è calata notevolmente (da 35 gradi a 22). Tutte le squadre, durante la prima mezz’ora, sono scese in pista con la gomma soft alla ricerca della prestazione assoluta nel giro secco. Il team che si è mostrato più in forma è stata indubbiamente la Mercedes, che ha fatto segnare il miglior tempo con Lewis Hamilton in 1:30.374 e con George Russell subito attaccato a circa due decimi. In terza posizione figura un’altra vettura motorizzata della scuderia di Brackley (segno che probabilmente abbiano girato con una mappatura motore più aggressiva): Fernando Alonso su Aston Martin. Successivamente compaiono Sainz, Piastri, Verstappen, Hulkemberg, Stroll, Leclerc e Sergio Perez che conclude la top ten.

Bahrain

I team hanno dedicato l’ultima parte della sessione a dei mini long run con gomma soft. La maggior parte delle squadre sono partite molto delicate nel trattamento della gomma, segnando un tempo d’attacco iniziale abbastanza alto (sull’ordine dell’1:37), per poi scendere man mano nei giri successivi e risalire diversi giri più tardi a causa dell’inevitabile degrado gomma. L’unico pilota dei top team ad avere un approccio opposto è stato Sergio Perez, che ha mostrato un tempo di attacco molto aggressivo (sull’1:36 basso) per poi salire gradualmente giro dopo giro. Ovviamente non sono noti i carichi di carburante e le configurazioni delle Power Unit. Si torna in pista domani alle 13.30 in vista delle FP3 e delle Qualifiche del Bahrain.