Christian Horner “Verstappen rallentato da un danno al fondo”

Adam Cooper
6 Mag, 2024

Il Team Principal della Red Bull, Christian Horner afferma che il ritmo di Max Verstappen nel GP di Miami è stato condizionato dai danni al pavimento, subiti quando l’olandese ha colpito un dissuasore alla chicane. Sul finale di gara gara, dopoil periodo di safety car che ha dato a Lando Norris il comando, Verstappen non è stato in grado di sfidarlo e gradualmente ha perso terreno. Horner dice che le conseguenze dell’incidente precedente hanno avuto un ruolo nel permettere a Norris di fuggire e consegnare Verstappen al secondo posto.

“Non penso che abbiamo avuto un grande equilibrio per tutto il fine settimana, e poi ovviamente ha colpito il paletto intorno al 20esimo giro,” ha detto. “E questo ha causato parecchi danni alla parte inferiore della vettura. Quindi dovremmo vedere esattamente quale sia stato l’effetto di ciò. Aveva abbastanza ritmo a quel punto, si stava allontanando da Oscar [Piastri] dietro e da Lando, prima che subissimo quel danno. Ci siamo fermati ai box e la safety car è uscita nel momento migliore per Lando, concedendogli sostanzialmente una sosta libera. Non è stato il massimo per noi, perché in questo caso usi gomme che sono più vecchie di sei o sette giri. E considerando i danni, penso che in realtà il secondo posto sia stato comunque un risultato abbastanza decente”.

Danno ‘ragionevole’ al fondo di Verstappen, ma il weekend di Red Bull è stato positivo

Espandendo l’entità del danno ha detto: “È una quantità ragionevole: l’area attorno al pavimento posteriore sinistro, manca una quantità ragionevole, e puoi vedere che fletteva. Quindi certamente non sarebbe utile .” Alla domanda se Norris avesse il ritmo per vincere senza l’aiuto dell’intervento della Safety Car che gli avrebbe dato la posizione in pista, Horner ha detto che era impossibile saperlo. “Penso che quello che abbiamo visto oggi sia stato molto difficile passare nel traffico,” ha osservato. “Chi lo sa? E’ qualcosa a cui non saremo in grado di rispondere, perché non ci sono stati molti sorpassi in i primi 10. Quindi tutto sarebbe dipeso da dove sarebbe uscito dopo il pit-stop, che probabilmente sarebbe stato terzo o quarto”. Un pensiero non molto diverso dal ferrarista, Carlos Sainz.

Horner ha insistito sul fatto che, tenendo conto della vittoria nella sprint di sabato di Verstappen, è stato comunque un fine settimana di successo per la Red Bull. “Penso che dobbiamo congratularci con Lando per la sua prima vittoria”, ha detto. “Vincere la prima gara è sempre un grande momento per qualsiasi pilota di Formula1. Quindi congratulazioni a lui e alla McLaren. Ma siamo comunque riusciti a ottenere il maggior numero di punti tra i piloti questo fine settimana con la gara sprint di ieri, e anche tra i costruttori. Quindi è stato comunque un fine settimana molto forte”. Riguardo allo stato di forma della McLaren ha aggiunto: “Hanno avuto un buon ritmo nella seconda metà della gara. Sono stati veloci con le medie nelle qualifiche della gara sprint. Siamo riusciti comunque a ottenere due pole qui questo fine settimana, una vittoria in sprint e saremmo stati in testa alla gara se non fosse stato per la safety car. Ma si vede che hanno sicuramente fatto un passo avanti. Quindi sarà interessante vedere cosa succederà nelle prossime gare una volta tornati in Europa”.

Privacy Policy Cookie Policy