Mercato Piloti: George Russell sarà al fianco di Lewis Hamilton nel 2022

admin
8 Set, 2021

Mercato Piloti: George Russell sarà al fianco di Lewis Hamilton nel 2022


Dopo l’annuncio del passaggio di Valtteri Bottas in Alfa Romeo per un contratto multiannuale con il team Svizzero, stamattina Mercedes finalmente conferma le voci che ormai circolano nel paddock da mesi.

Il futuro teammate di Lewis Hamilton sarà proprio George Russell, il giovane pilota della Williams già parte del programma Young Drivers di Mercedes. Russell, al terzo anno ormai con il team Inglese, sembrava da sempre destinato al sedile finora occupato da Bottas – ma è stata la sua crescita in pista a convincere Toto Wolff che fosse arrivato il momento di compiere quella scelta.

Il rapporto che si instaurerà tra Hamilton e Russell dovrà essere, come ha detto Toto, come tra “discepolo e maestro”; con la leadership del campione e l’entusiasmo, la voglia di imparare e di mettersi alla prova dell’alunno, Mercedes si aspetta solo grandi cose dal futuro. 

E chissà che Russell un giorno non diventi proprio il loro Numero Uno.

Il record junior della carriera di Russell è da solo già un ottimo biglietto da visita; proprio come Leclerc, il giovane pilota Britannico ha vinto il campionato di Formula 3 e Formula 2 al primo colpo. Dal suo debutto in Formula 1, al fianco di Robert Kubica nella Williams, George ha solo confermato la sua velocità battendo il compagno di squadra in Qualifica – sebbene non disponesse di una vettura abbastanza competitiva da permettergli di estendere la competizione ad altri team.

Il Gran Premio del Sakhir l’anno scorso è stata la sua occasione per dimostrare al mondo quanto valesse: un test positivo al tampone Covid-19 di Hamilton diventa per Russell un test in pista quando Toto Wolff decide di chiederlo in prestito alla Williams per disputare il weekend alla guida della Mercedes del loro campione.

Purtroppo la vittoria svanisce tra colpi di sfortuna ed errori del team, e Russell, dopo aver mancato la Pole di poco al sabato, la domenica non riesce a conquistare neanche un podio. Conquista così però i suoi primi punti in Formula 1, e dimostra che, nella macchina giusta, è più che in grado di sapersela cavare.

Russell conferma l’ottima forma questa stagione spingendo la sua Williams (ancora per poco) più volte nel Q3 al sabato. In Ungheria arrivano anche i primi risultati alla domenica (primi punti in Williams per lui) – ma è a Spa che fa il botto con un fantastico giro sul bagnato che gli guadagnerà la seconda posizione in Qualifica.

Il tanto discusso Gran Premio del Belgio (per come si è “disputato”) non era forse il modo in cui Russell voleva conquistare il suo primo podio – ma, come ha detto lo stesso appena giù da quel gradino, “è pur sempre un podio”. 

Al fianco di Hamilton, Russell avrà quasi certamente presto l’occasione di rifarsi – sempre che non ci sorprenda di nuovo prima della fine della stagione.

 

Autore: Sara Esposito

Autore

Privacy Policy Cookie Policy