Mercedes, Wolff: “Speriamo le modifiche al setup ci aiutino in gara”

Loris Preziosa
5 Mag, 2024

Dopo il venerdì nero che aveva aperto il fine settimana a Miami, in casa Mercedes il sabato si chiude con prospettive più incoraggianti rispetto a quelle con cui si era aperta la giornata. La settima e l’ottava piazza rimediate in qualifica da George Russell e Lewis Hamilton, mettono la stella a tre punte nella condizione di poter guardare con più fiducia alla gara della domenica. Come sottolineato da diversi piloti al termine della sessione, le difficoltà nella ricerca della giusta finestra di utilizzo degli pneumatici non hanno risparmiato neppure la Mercedes, come hanno spiegato i piloti.

Lewis Hamilton: “Pneumatici davvero sensibili, farli funzionare è una sfida”

“Abbiamo faticato per tutta la durata delle qualifiche per mettere le gomme nella finestra giusta,” ha dichiarato George Russell al termine delle qualifiche. “Funzionano in una finestra molto piccola e abbiamo visto con Lewis in Q2 che, se fossimo riusciti a metterle in una condizione migliore, avremmo avuto una buona velocità. Questa è però la stessa storia per tutti.” L’inglese al tempo stesso ha precisato come l’asticella delle performance che è in grado di esprimere oggi la W15 non permetta di pensare a risultati migliori: “Dobbiamo essere realisti e, a meno che non otteniamo il giro perfetto, il settimo e l’ottavo posto rispecchiano la posizione in cui si trova attualmente la nostra macchina.” Anche Lewis Hamilton ha ribadito le difficoltà sul fronte pneumatici affrontate in qualifica, seppur dicendosi più soddisfatto rispetto alla prima giornata in pista: “Questi pneumatici sono davvero sensibili e cercare di farli funzionare in modo coerente giro dopo giro è una sfida. La temperatura e l’aderenza della pista sono state simili durante le qualifiche, ma abbiamo comunque faticato a esprimere il massimo potenziale ad ogni giro. Abbiamo avuto un’idea di ciò che era possibile fare alla fine del Q2, ma non siamo riusciti a realizzarlo in Q3. È un’area su cui siamo concentrati per migliorare.”

Mercedes

Toto Wolff: “le modifiche di set-up dopo la sprint ci aiuteranno in gara”

La discrepanza fra Q2 e Q3 in casa Mercedes è stata sottolineata anche dal team principal Toto Wolff, che non sposta però lo sguardo da quello che resta l’unico obiettivo per la squadra: “Abbiamo visto ancora una volta quanto sia difficile mettere le gomme nella finestra giusta. Ovviamente non diamo la colpa alle gomme per questo, e dobbiamo guardare a noi stessi e alla nostra macchina per capire come possiamo portare le gomme in modo più coerente nella finestra di utilizzo corretta.” Wolff ha manifestato comunque una maggior fiducia in vista del GP, dopo alcune migliorie che sono state apportate alla monoposto dopo la gara dei 100 km: “Abbiamo apportato alcune modifiche dopo la Sprint che speriamo possano aiutarci in gara domani. Partiamo leggermente più avanti rispetto a stamattina, quindi vediamo cosa possiamo fare.” Sensazioni confermate anche dal Trackside Engineering Director della Mercedes Andrew Shovlin: “Prima delle qualifiche, abbiamo modificato leggermente il set-up e cambiato la regolazione delle nostre ali. La vettura è stata migliorata ma era ancora difficile mettere le gomme nella finestra giusta. Non sembriamo essere l’unica squadra alle prese con questo problema, ma quando lo abbiamo capito, il ritmo era forte.”

Privacy Policy Cookie Policy