Terremoto Ferrari: Sanchez, capo degli aerodinamici, ha dato le dimissioni!

9 Mar, 2023

Il Gran Premio del Bahrain è stato molto deludente per la Ferrari. La SF-23 ha sottoperformato rispetto alle attese pre test e non si è rivelata solo all’altezza della Red Bull, ma anche alla ‘sorpresa’ Aston Martin, salvando la prestazione complessiva solamente con una buona qualifica. Charles Leclerc poteva agguantare, seppur non senza qualche brivido finale causato dalla grande rimonta di Fernando Alonso, il gradino più basso del podio, ma le ambizioni erano certamente altre alla vigilia di questa stagione. A Maranello sapevano di dover correre in difesa questa prima tappa stagionale, tuttavia il weekend è andato peggio delle attese anche a causa del problema di affidabilità che è costato il ritiro proprio al pilota monegasco.

Ferrari, dopo Binotto un altro addio di rilievo: David Sanchez ha dato le dimissioni

Le dimissioni di Mattia Binotto dello scorso novembre sono state un fulmine a ciel sereno per la squadra italiana, seppur il rapporto tra l’ex TP e la proprietà da mesi era ormai logorato. L’addio dell’ingegnere italo svizzera poteva lasciare strascichi tecnici, non è un caso che sono iniziati subito a circolare i primi rumors che volevano l’abbandono della squadra italiana da parte di ingegneri, anche importanti, a lui fidati. Tuttavia, l’ingresso a piccoli passi di Vasseur nella squadra non ha portato ad un rimescolamento immediato dei ruoli o all’epurazione di alcune figure di spicco, o meno, dell’organigramma Ferrari. Intanto, i cellulari di alcune figure di alto profilo continuavano comunque a ricevere chiamate con il prefisso +44 (Regno Unito).

Ferrari SF-23

Tra questi c’era anche il cellulare dell’Head of Concept Vehicle della Ferrari, David Sanchez, uno dei papà del tanto criticato, in queste ore, concetto aerodinamico dapprima della F1-75, ora della SF-23. Difeso invece da Fred Vasseur, che non crede dipenda dall’aerodinamica la falsa partenza della vettura italiana. Come fece Binotto cinque mesi fa, l’ingegnere francese, di origini spagnole, ha rassegnato le dimissioni alla Ferrari. Il tecnico lascerà con effetto immediato il suo ufficio in quel di Maranello, abbandonando la Scuderia dopo diversi anni di lavoro, dove si era guadagnato la promozione fino a diventare il punto di riferimento del reparto aerodinamico della storica Scuderia.

Dopo il gardening, Sanchez farà ritorno in McLaren.

Ferrari, contattata per commentare la notizia, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione. L’aerodinamico è entrato nelle cronache durante la tre giorni di test in Bahrain per una lunghissima chiacchierata con un Charles Leclerc visibilmente insoddisfatto. David Sanchez dovrà rispettare ora un periodo di gardening prima di tornare a lavorare in Inghilterra.

Il bravo tecnico arrivava infatti da Woking (Mclaren) ed è proprio lì che tornerà a lavorare. Il team di James Key, a seguito della perdita di diverse figure di spicco durante l’inverno, sta andando alla ricerca di figure di spicco. In attesa dei rinforzi a livello strutturale, come il nuovo simulatore e la nuova galleria del vento, il team di Zak Brown punta a rinforzare il reparto tecnico, portando alla corte di James Key anche l’ormai ex capo degli aerodinamici Ferrari.

Autori: Piergiuseppe Donadoni & Paolo D’Alessandro
Co-Autore:
Giuliano Duchessa

Autore

Privacy Policy Cookie Policy