Williams, GP Bahrain – Robson: “Test non perfetti, ma abbiamo risolto i problemi affrontati”

Andrea Vergani
28 Feb, 2024

Alexander Albon ha ottenuto il primo di 28 punti totali del 2023 della Williams proprio sul circuito di Sakhir dopo aver concluso la Qualifica in quindicesima posizione: il tailandese ha giocato in difesa per la maggior parte della gara, difendendosi dalla meno efficiente Alpha Tauri di Yuki Tsunoda abbastanza agilmente per quasi tutti i 57 giri del GP del Bahrain. Gli aggiornamenti portati in Canada hanno dato una marcia in più alla stagione della squadra di Grove, fornendo ad Albon e Sargeant più carico aerodinamico e permettendo alla Williams di concludere la stagione 3 punti davanti all’Alpha Tauri. Quest’anno la squadra guidata da James Vowles ha completato 140 giri in meno rispetto alla passata prestagione, ma c’è ottimismo dettato da un progetto singolare e indipendente nato molto in anticipo (si parla di Marzo 2023) rispetto alle tempistiche usuali, che ha portato a rifiutare la nuova sospensione posteriore da Mercedes poiché avrebbe portato a mesi di sviluppo persi.

Williams, parlano i piloti e Robson: i pochi giri nei test non preoccupano eccessivamente, i problemi sono stati capiti

Alexander Albon ha concluso l’ultima giornata con un tempo di 1.30.984, circa un secondo più lento del miglior tempo di Carlos Sainz per quanto può contare il giro secco in tre giorni di test, e 121 giri in totale, il migliore dei tre giorni per la squadra storica inglese. L’ex pilota Red Bull ha commentato così i primi tre giorni stagionali: “Il test non è stato dei più facili, ma abbiamo fatto progressi lungo i tre giorni. C’è ancora del lavoro da fare per massimizzare la macchina che abbiamo, questi pochi giorni tra il test e la gara sono stati spesi per capire il pacchetto e soprattutto le aree su cui dobbiamo lavorare.” Il compagno di scuderia, Logan Sargeant, è rimasto sulla falsariga di Albon: “Come squadra abbiamo sfruttato al meglio i tre giorni, facendo progressi nella giusta direzione. Cercheremo di fare tesoro di quanto appreso durante i test e di portare la vettura in una buona finestra in vista delle qualifiche.”

Williams

Più curiosa è stata l’intervista al Head of Vehicle Performance, incaricato dell’analisi delle prestazioni, e in generale correlazione di modelli di veicoli, pneumatici e Power Unit, ruolo ricoperto da Dave Robson: “I test pre-stagionali non sono stati tranquillissimi, ma siamo riusciti a risolvere i problemi che avevamo individuato e l’ultimo giorno la macchina funzionava bene.” L’ingegnere uscito dall’Università di Oxford ha aggiunto: “Nonostante il chilometraggio limitato del primo giorno, siamo riusciti a raccogliere molti dati e abbiamo trascorso gli ultimi giorni ad analizzarli, a capire la correlazione con le simulazioni e ad evolvere la costruzione e l’assetto della vettura per massimizzarne le prestazioni.Inoltre ha fatto sapere che i piloti si ritengono abbastanza soddisfatti del loro giorno e mezzo in macchina, nonostante le difficoltà riscontrate specialmente in tema affidabilità: “Entrambi (i piloti) hanno sviluppato in modo significativo la loro comprensione della FW46 e, sebbene ci sia ancora molto da fare, sono in una buona posizione per affinare i loro setup e ottenere di più dalla vettura.”

Per ultimo Robson ha parlato del programma della Williams per le prime sessioni stagionali, sottolineando la peculiarità delle Prove Libere 1 che si correranno sotto la luce del sole: “Le FP1 saranno relativamente calde e non molto rappresentative delle condizioni di qualifica e di gara. Pertanto, cercheremo di completare alcune prove leggermente diverse nelle FP1 e di tornare all’assetto che abbiamo usato nei test per le condizioni più fresche delle FP2.” Uno dei temi fondamentali di questo fine settimana è la gestione degli pneumatici posteriori in gara, aspetto che gli ingegneri devono ancora perfezionare rispetto alla configurazione attuale della FW46: “I pneumatici per questo evento sono i più duri offerti da Pirelli e saranno adatti alla superficie abrasiva della pista di Sakhir. Come sempre, la gestione degli pneumatici sarà fondamentale in gara, e questo è un aspetto che perfezioneremo nel corso del weekend.

Autore: Andrea Vergani

Privacy Policy Cookie Policy