Wolff: “Abbiamo svoltato: veri passi in avanti sulla W15 con gli sviluppi.”

Loris Preziosa
10 Giu, 2024

Quello di Montreal è stato per la Mercedes il miglior weekend della stagione. Dopo la prima pole del 2024 strappata al sabato da George Russell, in gara è arrivata anche la prima apparizione sul podio. La W15 in Canada ha mostrato una competitività mai vista finora, mantenendo alta l’asticella delle prestazioni sessione dopo sessione. Nonostante ciò in casa Mercedes c’è comunque del rammarico per non aver sfruttato a pieno la ritrovata competitività, che aveva fatto assaporare al team l’idea di poter lasciare il nono round della stagione con un colpo grosso in tasca.

Russell: “Bello tornare in corsa per la vittoria, ma è stata un’occasione persa”

Guardando al mero risultato concreto la stella a tre punte non può che sorridere dopo il weekend in Canada, alla luce di quella che era la stata la stagione fino ad un paio di settimane fa. Ascoltando i piloti nel post gara, è emersa maggiormente la componente del rammarico, come nel caso di George Russell. “A dire il vero è stata un’occasione persa,” ha dichiarato l’alfiere della Mercedes numero 63. “Avevamo un buon ritmo all’inizio sulle intermedie, abbiamo commesso un paio di errori là fuori spingendo al limite.” Così il pilota britannico, che ha spiegato come abbia pagato a caro prezzo le sbavature commesse durante il GP, seppur non sia stato l’unico a commetterli. “Le condizioni erano incredibilmente difficili. Bastava una ruota fuori linea anche di un millimetro ed erano guai. Sfortunatamente, gli errori che ho commesso hanno avuto delle conseguenze in quanto hanno lasciato passare altre vetture. Anche altri ne hanno commessi, ma non con lo stesse conseguenze.” Russell, dopo la pole del sabato, ha assaporato la vittoria anche in gara dove la W15 ha espresso un ottimo ritmo in più fasi della corsa e ciò non può passare inosservato. “Bello tornare in corsa per la vittoria, questa è l’essenza della Formula 1. Prenderemo tutto il lato positivo di questo weekend, podio, pole. E’ stata tirata con Oscar e anche con Lewis. Penso che sia stata una gara dura e leale.”

Mercedes

Toto Wolff: “Stiamo crescendo di gara in gara, i passi avanti della W15 sono concreti”

Nonostante i passi avanti di cui si è resa protagonista la Mercedes nel weekend canadese, nel post gara Lewis Hamilton non si è detto soddisfatto, nel complesso, del suo weekend. “È stata proprio una mia prestazione deludente nel corso del fine settimana,” ha dichiarato il sette volte campione del mondo dopo la gara. “Alcune altre cose si sono scaturite ieri e poi oggi in una delle mie gare più scarse. Devo tornare a riguardare tutto quanto.” Un Hamilton duro con sé stesso, consapevole di non aver sfruttato al meglio l’occasione di una monoposto tornata a vita dopo parecchio tempo. Al ring delle interviste ha poi spiegato come non abbia compreso la scelta di montare la gomma Hard in occasione dell’ultima Safety Car, una scelta a sua detta penalizzante per il finale della sua gara. Nonostante la critica, Hamilton ha comunque riconosciuto i progressi messi in pista dalla Mercedes nella tre giorni in Canada. “Un grande ringraziamento a tutti in fabbrica per aver portato una macchina con cui siamo in grado di combattere. Penso che la macchina fosse in grado di vincere questo fine settimana, ma porteremo a casa i punti.” Una soddisfazione ribadita anche dal team principal Toto Wolff, che ha affermato come quanto visto nell’ultimo weekend non sia un caso isolato, bensì un risultato figlio di progressi concreti. “Sembra che stiamo aggiungendo performance ad ogni Gran Premio. Abbiamo portato piccoli aggiornamenti e hanno funzionato. La vettura ha compiuto un vero passo in avanti, così come la direzione degli sviluppi. Barcellona sarà un buon test perché ha tutti i tipi di curve.”

Autore

Privacy Policy Cookie Policy