Gp Canada: Verstappen vince, Ferrari paga la Qualifica ma trova costanza in gara

Andrea Vergani
18 Giu, 2023

Max Verstappen vince senza problemi in Canada: l’olandese della Red Bull ha vinto la quarta gara consecutiva in stagione nel tracciato più complicato della stagione per la RB19, comunque diversi decimi più veloce dei rivali. Fernando Alonso e Lewis Hamilton completano il podio del GP del Canada, davanti alle Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz nella gara più positiva della stagione per Maranello

Ancora una volta Sergio Perez si mostra in grandissima difficoltà, dopo le delusioni a Monaco e in Spagna. Alexander Albon porta la Williams aggiornata a punti, seguito da Esteban Ocon, Valtteri Bottas e Lance Stroll.

GP Canada: Aston, Mercedes e Ferrari si equivalgono a Montréal ma Ferrari paga la Qualifica di ieri

Non ci sono state grande sorprese in partenza: Lewis Hamilton ha sorpassato Fernando Alonso prima di curva 1, mettendosi davanti allo spagnolo che però dai primi giri ha fatto vedere un passo simile, e spesso superiore, al allo storico rivale inglese. Il primo ritirato della gara è stato Logan Sargeant a causa di un problema al motore della sua FW45. Un errore di George Russell alla curva 8 al dodicesimo giro della gara ha costretto i commissari a chiamare in causa la Safety Car: si sono fermati tutti ad esclusione delle Ferrari, Perez (partito su hard), Magnussen e Bottas. 

La gara si è svolta su due soste per la maggior parte dei piloti, mentre quelli che non si sono fermati alla prima Safety Car hanno optato per una strategia più aggressiva a una sosta che ha pagato. Verstappen ha controllato il ritmo ed è sempre stato in controllo della corsa, mentre per la decima posizione ci sono stati diverse lotte in pista. Lando Norris ha concluso in nona posizione in pista ma una penalità per aver guidato troppo lento sotto condizioni di SC lo ha retrocesso fuori dalla zona punti dopo un buon fine settimana del talento inglese.

Aston Martin e Mercedes, così come Ferrari, hanno mostrato un passo gara molto simile seppur con delle differenze a seconda delle situazioni in gara: a parità di mescola la AMR23 si è dimostrata superiore alla W14, tuttavia gli strateghi della squadra di Brackley hanno scelto di montare gomme medie rispetto a quelle dure scelte da Aston Martin. Lewis Hamilton è arrivato molto vicino ad Alonso a dieci giri dalla fine, ma gli pneumatici del sette volte campione del mondo non hanno retto fino all’ultimo. 

Dopo uno stint iniziale nel traffico di macchine più lente, Ferrari ha fatto vedere un buon passo sulle medie in aria pulita, per poi (sorprendentemente) confermare le buone prestazione anche sulla mescola più dura, questo fine settimana la C3. Il circuito canadese è uno dei migliori per la Ferrari SF23 e sarà importante confermare questa velocità anche su circuiti diversi e più severi sulle gomme, ma il Gp del Canada può essere definita la prima gara positiva del 2023.

Alpine si conferma quinta forza, ma in Canada ci si aspettava di più dalla A523 che è rimasta incastrata nel traffico di Alexander Albon nella seconda metà di gara. Il ‘midfield’ è ancora una volta piuttosto compatto, con Alfa Romeo e McLaren ancora una volta più veloce delle ultime scuderie. La scuderia di Woking chiude il fine settimana senza punti ma avendo gestito molto bene la Qualifica del sabato, e dimostrando una buona velocità nella gara di domenica: ora si attendono ulteriori aggiornamenti.

Le delusioni del fine settimana sono Alpha Tauri e Haas, in particolare la scuderia americana aveva stupito in positivo con una seconda posizione in pista nella Qualifica di ieri ma ancora una volta conferma le difficoltà della VF23 in gara. Alpha Tauri ha terminato in quattordicesima e diciottesima posizione nel Gp del Canada, un tracciato non amico della AT04.

Autore: Andrea Vergani

Autore

Privacy Policy Cookie Policy